Risparmiare con le stufe a pellets

Eppure non sono tutte rose per i patiti della fiamma: il pellet quest’anno è più caro che mai. Premettendo che il prezzo ha variazioni stagionali (è più basso nel periodo da maggio a luglio, rincara verso agosto e si stabilizza durante l’inverno), a ottobre il consumatore pagava un sacco da 15 kg tra 4,80 e 5,50 euro, mentre l’anno scorso nello stesso periodo eravamo a circa 3,6-4 euro a sacco.

Nonostante questi aumenti i piccoli cilindretti compressi restano uno dei modi più convenienti di scaldarsi. Per capirlo basti guardare il costo del megawattora termico. Basandoci sul prezzo dei diversi combustibili aggiornato a inizio ottobre 2013, vediamo che il pellet resta l’opzione più economica dopo la legna da ardere e il cippato, cioè il legno ridotto in scaglie.

Produrre 1 MWh di calore con il pellet comperato in sacchi da 15 kg costa circa 72 euro (comprandolo sfuso dall’autobotte scenderemmo fino a 69), con una caldaia a metano ne costerebbe circa 86, con un impianto a gasolio circa 145 e con il Gpl da riscaldamento che, lo ricordiamo, costa quasi il doppio di quello da autotrazione, circa 239.

Cifre che si traducono in conti interessanti per le bollette. Consideriamo per esempio una stufa che produca 7,2 MWh termici in un anno, cioè che consumi 1,5 tonnellate di pellet, un dato medio per molte case al Nord Italia: ipotizzando che la stufa integri ma non sostituisca l’impianto di riscaldamento (cosa che peraltro è possibile fare, aumentando così il risparmio, con le stufe a pellet idro, che scaldano l’acqua dei radiatori) il pellet farebbe risparmiare circa 1.200 euro se affiancato a un impianto a Gpl, 525 nel caso del’impianto a gasolio e circa 100 per il metano.

Altri articoli

Alcuni cenni sulle biomasse

Il rispetto e la sensibilizzazione nei confronti dell'ambiente hanno portato ad un maggior utilizzo di forme di energie rinnovabili. Un'alternativa alle fonti di energia tradizionali (nafta, gasolio, gas), per il riscaldamento degli ambienti e per la produzione di acqua calda sanitaria, é costituita dalle biomasse vegetali quali legna, pellets e mais.

leggi tutto

La manutenzione della stufa a pellets

Le stufe a pellet, come tutti gli altri prodotti che utilizzano combustibili solidi, necessitano di una semplice, ma costante ed accurata pulizia per mantenerle sempre in efficienza e garantire un regolare funzionamento.

leggi tutto