La manutenzione della stufa a pellets

Le stufe a pellet, come tutti gli altri prodotti che utilizzano combustibili solidi, necessitano di una semplice, ma costante ed accurata pulizia per mantenerle sempre in efficienza e garantire un regolare funzionamento.

Tutte le stufe a pellet sono dotate di una funzione chiamata "funzione pulizia stufa".

Questa funzione si attiva solo a stufa spenta premendo il tasto "OFF" per 2 secondi: il ventilatore fumi inizierà a girare alla massima velocità in modo da creare una depressione per la quale le ceneri tendono a posizionarsi verso l’interno del focolare (limitando quindi la dispersione della cenere all'apertura della portina).

Al termine dell'operazione il ventilatore si spegnerà da solo. Nel caso in cui si voglia interrompere l’operazione, premere il tasto "OFF".

La funzione pulizia stufa non è però sufficiente, da sola, a garantire il buon funzionamento della vostra stufa a pellet: ecco perché è necessaria da una semplice manutenzione manuale che tutti voi potete eseguire autonomamente. Il manuale operativo la illustra nei minimi dettagli, ma per i più "pigri" di voi la riporto anche qui.

Prima di cominciare, una raccomandazione importante: procedete alla pulizia della stufa solo se tutte le sue parti sono fredde.

Altri articoli

Risparmiare con le stufe a pellets

il pellet quest’anno è più caro che mai. Premettendo che il prezzo ha variazioni stagionali (è più basso nel periodo da maggio a luglio, rincara verso agosto e si stabilizza durante l’inverno), a ottobre il consumatore pagava un sacco da 15 kg tra 4,80 e 5,50 euro, mentre l’anno scorso nello stesso periodo eravamo a circa 3,6-4 euro a sacco.

Nonostante questi aumenti i piccoli cilindretti compressi restano uno dei modi più convenienti di scaldarsi. Per capirlo basti guardare il costo del megawattora termico. Basandoci sul prezzo dei diversi combustibili aggiornato a inizio ottobre 2013, vediamo che il pellet resta l’opzione più economica dopo la legna da ardere e il cippato, cioè il legno ridotto in scaglie.

leggi tutto

Alcuni cenni sulle biomasse

Il rispetto e la sensibilizzazione nei confronti dell'ambiente hanno portato ad un maggior utilizzo di forme di energie rinnovabili. Un'alternativa alle fonti di energia tradizionali (nafta, gasolio, gas), per il riscaldamento degli ambienti e per la produzione di acqua calda sanitaria, é costituita dalle biomasse vegetali quali legna, pellets e mais.

leggi tutto